Immagine
 Leeeentamente....... di DL4U
 
"
“Nella vita di ognuno i momenti importanti sono quattro o cinque; tutto il resto fa soltanto volume”

Ennio Flaiano
"
 
\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di DL4U (del 25/09/2007 @ 20:34:54, in Musica, testi, citazioni, canzoni, linkato 831 volte)
Hey Jude
(John Lennon - Paul McCartney)
The Beatles, 1968
________________________________________________________________________


________________________________________________________________________

Hey Jude don’t make it bad,
Take a sad song and make it better,
Remeber, to let her into your heart,
Then you can start to make it better.

Hey Jude don’t be afraid,
You were made to go out and get her,
The minute you let her under your skin,
Then you begin to make it better.

And anytime you feel the pain,
Hey Jude refrain,
Don’t carry the world upon your shoulders.
For well you know that it’s a fool,
Who plays it cool,
By making his world a little colder.

Hey Jude don’t let me down,
You have found her now go and get her,
Remember (Hey Jude) to let her into your heart,
Then you can start to make it better.

So let it out and let it in
Hey Jude begin,
You’re waiting for someone to perform with.
And on’t you know that it’s just you.
Hey Jude, you’ll do,
The movement you need is on your shoulder.

Hey Jude, don’t make it bad,
Take a sad song and make it better,
Remember to let her under your skin,
Then you’ll begin to make it better


Hey Jude, non peggiorare le cose:
prendi una canzone triste e rendila migliore.
Ricordati di riporla nel tuo cuore
e poi comincia a migliorarla.

Hey Jude, non essere dispiaciuto:
tu sei fatto per uscire e per stare con lei.
Nel momento in cui la lasci penetrare
attraverso la tua pelle puoi iniziare a migliorarla.

Ed ogni qualvolta provi dolore
Hey Jude, fermati:
non portare il peso del mondo sulle tue spalle.
Per quanto tu ben sai che è stupido
e che c'è chi ne fa motivo d'orgoglio
rendendo il proprio mondo un po più distaccato.

Hey Jude, non abbattermi:
tu l'hai trovata, ora vai e prendila.
Ricordati di riporla nel tuo cuore,
e poi comincia a migliorarla.

Quindi, lasciala uscire ed entrare,
Hey Jude, incomincia:
tu stai aspettando qualcuno con cui esibirti.
E non sai che sei proprio tu,
Hey Jude, tu lo farai:
la spinta di cui hai bisogno è sulle tue spalle.

Hey Jude, non peggiorare le cose:
prendi una canzone triste e rendila migliore.
Ricordati di lasciarla nel tuo cuore
e poi comincia a migliorarla.


________________________________________________________________________

Nella speranza di una vita prima o poi normale ....
________________________________________________________________________

http://www.youtube.com/watch?v=YXG83p2nkHw


Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DL4U (del 21/09/2007 @ 21:29:00, in Informatica,tecnologia,hacking, linkato 1376 volte)

In questo post voglio proporre un tema un po' strano che ritengo possa incuriosire chi di noi bazzica quotidinamente, per lavoro o per diletto, il mondo dei computer e si imbatte nelle mille traversie di questa realtà. Penso sia interessante sapere da dove un po' tutto è nato e "come eravamo" qualche decennio fa; in fondo, nonostante le mille critiche sollevabili, se adesso esiste internet come noi la conosciamo, se l'informatica è divenuta più accessibile (e se, alla fine dei conti, anche questo blog esiste! ) non po' lo dobbiamo anche ai pionieri della prima ora come le persone che andremo a descrivere.

Fate una ricerca su Google con le parole chiave “microsoft 1978” e cliccate su uno qualsiasi dei primi risultati proposti; in tutti i casi potrete ammirare la seguente e, sinceramente un po’ inquietante, foto di gruppo…


7 dicembre 1978 - il primo gruppo di Microsoft

Chi sono questi loschi figuri? Forse un gruppo di feroci terroristi brigatisti direttamente usciti da un libro fotografico degli anni 70? Un manipolo di freak ? Ovviamente no, anche se l’aspetto è potrebbe trarre in inganno. E’ stata scattata il 7 dicembre 1978 in qualche scantinato del New Mexico (USA) e questa “allegra” comitiva o piccola collezione di mostri (dipende dai punti di vista) non è altro che il primissimo nucleo di collaboratori della Microsoft, quando i successi e le vagonate di soldi di Windows erano ancora ben lungi da venire.

Nella foto sono presenti i due fondatori della società; quello più noto - Bill Gates, il primo in basso a sinistra – e quello “più sfigato” Paul Allen, l’ultimo in basso destra - che poi uscì dalla compagnia nel 1983; degno di nota per entrambi l’aspetto: il primo tipicamente da nerd di college americano, il secondo un fricchettone anni ’70. Lo stesso Bill Gates conferma l’autenticità della foto riportandone una copia nella sua pagina biografica all’interno del sito web di Microsoft :

http://www.microsoft.com/presspass/exec/billg/bio.mspx

Ma "zio Bill" a parte che fine hanno fatto i restanti personaggi immortalati in questo ritratto? Eccone un veloce resoconto (anche economici .. - dati del 2005)

Fila in alto

Steve Wood

Programmatore. Lasciò Microsoft nel 1980. Adesso gestisce una società di telecomunicazioni. Patrimonio presunto 15 milioni di dollari .

Bob Wallace

Primo product manager e designer di Microsoft. Lasciò la compagnia nel 1983. A causa della dipendenza da droghe e psicofarmaci morì nel 2002 con un patrimonio di 5 milioni di dollari.

Jim Lane

Project manager. Lasciò Microsoft nel1985. Ora gestisce una propria software house. 20 milioni di dollari.

Fila centrale

Bob O'Rear

Matematico. Lasciò Microsoft nel 1993. Gestisce un ranch e un allevamento. 100 milioni di dollari.

Bob Greenberg

Programmatore. Lasciò Microsoft nel 1981. Adesso sviluppa software per corsi di golf. 20 milioni.

Marc McDonald

Programmatore. Primo dipendente Microsoft, lasciò la società nel 1984 rientrandone poi dalla porta di servizio quando MS acquisì la Design Intelligence, la compagnia per cui lavorava. Ha ancora il privilegio di sfoggiare il badge numero 00001. 1 milione di dollari.

Gordon Letwin

Programmatore. Lasciò Microsoft nel 1993. Adesso è un ambientalista. 20 milioni di dollari

Fila in basso

Bill Gates

Uno dei due fondatori . E’ il chairman di Microsoft anche se ha lasciato l’attività day by day nel 2003 dedicandosi maggiormente alle attività filantropiche delle sue fondazioni. A lungo la persona più ricca al mondo accreditata di 50 miliardi di dollari

Andrea Lewis

Scrittore. Lasciò Microsoft nel 1983. Adesso è giornalista free-lance. 2 milioni di dollari.

Marla Wood

Contabile. Moglie di Steve Wood. Lasciò Microsoft nel 1980, adesso svolge attività di volontariato. 15 milioni.

Paul Allen

L’altro fondatore, quello meno noto. Lasciò Microsoft nel 1983 rimanendone comunque consigliere strategico. Adesso gestisce team sportivi e svolge attività filantropiche. 21 miliardi di dollari.

Una storia singolare vero? In uno dei prossimi post racconteremo la cronistoria della nascita (1975) ai giorni nostri di Microsoft; ammettiamolo tutti, e parlo di chi come me lavora nel campo dell' Information Technology, nonostante le numerose critiche e invettive che quotidianamente lanciamo verso lo "Zio Bill" e alle paturnie dei suo prodotti, in fondo se oggi abbiamo un lavoro abbastanza consolidato lo dobbiamo anche alle persone di immortalate in quella foto...



il primissimo logo di Microsoft
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DL4U (del 13/09/2007 @ 21:37:23, in Musica, testi, citazioni, canzoni, linkato 913 volte)

These Days

I was walking around, just a face in the crowd
Trying to keep myself out of the rain
Saw a vagabond king wear a styrofoam crown
Wondered if I might end up the same
Theres a man out on the corner
Singing old songs about change
Everybody got their cross to bare, these days

She came looking for some shelter with
a suitcase full of dreams
To a motel room on the boulevard
Guess shes trying to be james dean
Shes seen all the disciples and all the wanna bes
No one wants to be themselves these days
Still theres nothing to hold on to but these days

These days - the stars seem out of reach
These days - there aint a ladder on these streets
These days - are fast, love dont last in this graceless age
There aint nobody left but us these days

Jimmy shoes busted both his legs, trying to learn to fly
From a second story window,
he just jumped and closed his eyes
His momma said he was crazy -
he said momma Ive got to try
Dont you know that all my heroes died
And I guess Id rather die than fade away

These days - the stars seem out of reach
But these days - there aint a ladder on these streets
These days are fast, love dont lasts-in this graceless age
Even innocence has caught the morning train
And there aint nobody left but us these days

I know romes still burning
Though the times have changed
This world keepd turning round and
round and round and round
These days

These days - the stars seem out of reach
But these days - there aint a ladder on these streets
These days are fast, love dont lasts-in this graceless age
Even innocence has caught the morning train
And there aint nobody left but us these days

These days - the stars seem out of reach
These days - there aint a ladder on these streets
These days - are fast, nothing lasts
There aint no time to waste
There aint nobody left to take the blame
There aint nobody left but us these days







Stavo camminando in giro, un semplice volto nella folla
Cercando di proteggermi dalla pioggia
Ho visto un re vagabondo indossare una corona di cartapesta
mi son chiesto se sarei finito come lui
C'é un uomo all'angolo,
canta vecchie canzoni sul cambiamento
Ognuno ha la propria croce da portare, in questi giorni

Lei viene con una borsa piena di sogni cercando un riparo
in una camera d'albergo sul viale
Sembra stia cercando di essere James Dean
Lei sta guardando tutti I discepoli e
tutto quello che vorrebbe essere
Nessuno vuole essere se stesso in questi giorni
Qui non c'é nulla a cui valga la pena aggrapparsi,
se non questi giorni

In questi giorni le stelle sembrano lontane
In questi giorni non ci sono scale su queste strade
Questi giorni sono veloci, l'amore non dura
in questi giorni disgraziati
Non esce nessuno, solo noi in questi giorni

Jimmy Shoes si è spezzato le gambre cercando
di imparare a volare
Dal secondo piano è saltato e ha chiuso gli occhi
Sua mamma diceva che era pazzo,
lui disse mamma "devo tentare"
Non sai che tutti I miei eroi sono morti
e io penso che preferirei morire piuttosto che svanire

In questi giorni le stelle sembrano lontane
ma in qustei giorni non ci sono scale in queste strada
Questi giorni sono veloci, non ci basta mai nulla
in questa tenera età
Anche l'innocenza ha preso il treno di mezzanotte
non esce nessuno, solo noi in questi giorni

Lo so Roma brucia ancora
Nel tempo sono cambiato
Questo mondo continua a girare e gira e gire e gira
Questi giorni

In questi giorni le stelle sembrano lontane
ma in questi giorni non ci sono scale in queste strada
In questi giorni sono veloci, non ci basta mai nulla
in questa tenera età
Anche l'innocenza ha preso il treno di mezzanotte
non esce nessuno, solo noi in questi giorni

In questi giorni le stelle sembrano lontane
ma in questi giorni non ci sono scale in queste strada
Questi giorni sono veloci, non ci basta mai nulla
in questa tenera età
Non c'é tempo perso
Non c'é nessuno che esce a prendersi la colpa
Non esce nessuno, solo noi in questi giorni
non esce nessuno, solo noi in questi giorni



Testo originale e traduzione di "These Days" (Jon Bon Jovi)
quarta traccia dell'album omonimo - Mercury Records, 1995




Vi anticipo che questo sarà il primo post di altri che verranno, dedicati ai testi e alle musica di Bon Jovi,
vere e proprie "colonne sonore" di tanti periodi della mia vita.
Trascinanti ballate, scatenati e frenetici pezzi hard rock che ancora oggi a distanza di tanto tempo
suonano spesso e volentieri nel mio stereo suscitando ancora sincere emozioni.
Quale migliore accompagnamento per i lunghi tragitti in auto (e spesso in coda... )  di tutti i giorni!
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DL4U (del 11/09/2007 @ 22:00:37, in Letture, linkato 1133 volte)

Forse qualcuno di voi già lo conosce, per qualcun'altro invece potrebbe essere una felice ed interessante sorpresa: per questo motivo voglio dedicare un post ad un piccolo suggerimento per le nostre letture.
Era l'aprile 2004, e una fortunata combinazione mi portò per prima volta a comprare in edicola la mia prima copia dell'Europeo: argomento di quell'uscita, guarda caso, "L'Italia degli anni Settanta". Non conoscevo la pubblicazione, ma era evidente che fosse un periodico diverso da soliti.
Ogni uscita è monografica e ripercorre attraverso testi e splendidi reportages fotografici un particolare tema della società, del costume, della cronaca italiana o internazionale. Per capirci meglio occorre fare un passo indietro nel tempo e ripercorrere la storia del periodico: L'Europeo nasce in forma di settimanale di cronaca, politica, costume il 4 novembre 1945 ad opera di Arrigo Benedetti e le firme che via via si avvicendano a raccontare i fatti della storia d'Italia e del mondo sono le più celebri del panorama giornalistico e solo per fare qualche nome ricordiamo Alberto Moravia, Enzo Biagi, Indro Montanelli, Carlo Bo, Giorgio Bocca, Ermanno Corsi, Camilla Cederna, Oriana Fallaci, Oreste del Buono, Ennio Flaiano, Anna Maria Ortese, Achille Campanile, Tommaso Besozzi e Vittorio Zincone. A dar supporto alla parola scritta, per ogni articolo proposto, un meraviglioso reportage fotografico capace di fornire al lettore uno spaccato di sublime realismo al contributo giornalistico; autori degli scatti fotografi di assoluto valore come Gianfranco Moroldo, Tazio Secchiaroli, Piero Raffaelli, Federico Scianna, Oliviero Toscani, Duilio Pallottelli.



Sopra: la copertina de L'Europeo dedicato alle stragi impunite

Dopo cinquant'anni di storia la rivista cessa le pubblicazioni del marzo 1995. Verrà ripresa nel 2001 e riproposta in forma bimestrale e monotematica sotto la direzione di Daniele Protti. Nei fascicoli acquistabili ora in edicola ogni due mesi viene proposto un approfondimento monografico caratterizzato da un piacevole mix tra contributi "storici" provenienti dell'archivio delle corrispondenze de L'Europeo e materiale nuovo prodotto da le più importanti firme del panorama attuale (Carlo Lucarelli, Sandro Provvisionato solo per citare un paio di nomi).
Una ruolo fortissimo è ancora giocato dalla fotografia, capace di produrre immagine per immagine un potente spaccato della realtà raccontata.

Ecco alcuni dei tanti temi trattati da quel numero del 2004: l'Italia negli anni della ricostruzione e del boom,la storia del rock internazionale, i casi più importanti di cronaca nera italiana, la storia della politica italiana dal '48 ai giorni nostri, le stragi impunite.Ogni fascicolo una piacevole sorpresa da leggere e osservare sino all'ultima pagina. Ogni uscita un piccolo pezzo di storia da conservare.



Sopra: la copertina dell'Europeo dedicata ai gialli di cronaca nera

Un estratto essenziale dello sterminato archivio fotografico de L'Europeo lo potete trovare nella sezione "Sguardi" nel sito Nikon Italia: http://www.nital.it/sguardi/16/europeo.php
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DL4U (del 08/09/2007 @ 18:44:02, in Impegno sociale, linkato 677 volte)

8 Settembre 2007, V-DAY

Anche il blog di DL4U aderisce all'iniziativa di impegno popolare organizzata da Beppe Grillo per
un parlamento "pulito" e finalmente al servizio del cittadino.

NO AI PARLAMENTARI CONDANNATI
(fuori dal parlamento i 25 politici condannati in via definitiva)

DUE LEGISLATURE
(nessun cittadino italiano può essere eletto al parlamento per più di due legislature)

ELEZIONE DIRETTA
(i candidati al parlamento direttamente eletti dal cittadino con preferenza diretta)


Alberto (iscritto numero 1413 alla "marcia del V-DAY")

Tutte le infos sul link seguente e su www.beppegrillo.it



Iscriviti al Vaffanculo Day
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di DL4U (del 04/09/2007 @ 22:27:35, in Musica, testi, citazioni, canzoni, linkato 672 volte)
Segnatevi questa data: 2 ottobre 2007. E' il giorno di uscita mondiale di "Magic", il nuovo album di Bruce Springsteen in collaborazione con la E-Street Band; undici nuovi brani che si preannunciano carichi di energia nel miglior stile del Boss.


La copertina di "Magic"

Una prima anticipazione del lavoro è il singolo "Radio Nowhere" (prima traccia del cd) , liberamente
scaricabile in internet da vari siti. Di seguito vi propongo un link per il download diretto in formato mp3,
ma basta una ricerca veloce su Google per trovare altre fonti...

http://www.radionowheredownload.com/repubblica/Bruce%20Springsteen%20-%20Radio%20Nowhere.mp3

Opinioni personali su singolo? Bello coinvolgente sin dal primo ascolto, carico di sonorità ed energia. Puro e semplice rock, libero e senza fronzoli, come solo un artista maturo e consapevole del calibro di Springsteen è in grado di produrre. Quando la musica nasce al di fuori dalle logiche commerciali, per il puro piacere di esprimere pensieri ed idee, il risultato è sempre assicurato e va sempre apprezzato.

Chiudo il post con il testo completo del singolo... e vi rimando, per tutti gli aggiornamenti, al sito ufficiale del Boss http://www.brucespringsteen.net  ... stay tuned!

Radio Nowhere

I was staring in a big time
just another lost number in a file
dancin down a dark road
it's just searching for a world to fool

this is radio nowhere
is there anybody alive out there
this is radio nowhere
is there anybody alive out there
is there anybody alive out there
i just wanna hear some rhythym
i just wanna hear some rhythym
i just wanna hear some rhythym
i just wanna hear some rhythym

i want girls and guitars
i want pounding big drums
i wanna million voices to hear the tunes

this is radio nowhere
is there anybody alive out there
this is radio nowhere
is there anybody alive out there
is there anybody alive out there
do it

-sax solo-

i was driving through the misty rain
it's just a searching for a mystery dream
romping through the wild blue
turn on the radio came dancin' with you

this is radio nowhere
is there anybody alive out there
this is radio nowhere
is there anybody alive out there
is there anybody alive out there
i just wanna hear some rhythym
i just wanna feel some rhythym
i just wanna hear your rhythym
i just wanna feel your rhythym
i just wanna hear that rhythym
i just wanna hear that rhythym
i just wanna hear that rhythym
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1
Ci sono 35 persone collegate

< novembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Amenità e altre "patacate" miste (14)
Appunti (22)
Archeologia Informatica (3)
Cinema (11)
Fumetti e cartoni alternativi (3)
Impegno sociale (16)
Informatica,tecnologia,hacking (33)
Letture (9)
Musica, testi, citazioni, canzoni (58)
My Seventies (3)
Passions (19)
Pensieri, riflessioni e sfoghi... (27)
Viaggi e giornate da ricordare (12)

Catalogati per mese:
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
...
15/12/2010 @ 08:51:13
Di air jordans

Titolo
Scorci (7)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Nessun sondaggio disponibile.

Titolo
Questo blog supporta



______________________________
Letture...

J.D. Salinger
Il giovane Holden
(The catcher in the rye)
EinaudiEditore



______________________________

Daniele Biachessi
La Fabbrica dei Profumi
Baldini e Castoldi Editore

La Fabbrica dei Profumi - D. Biachessi







__________________________

Musica...

Vasco Rossi - Dillo alla luna (1990)

Ben E. King - Stand by me (1961)

Queen - Bohemian Rhapsody (1975)

U2 - Pride (In the name of love) (1984)




__________________________

Profilo Facebook di Alberto Visconti

My status


Titolo
SITI AMICI



22/11/2019 @ 11:54:33
script eseguito in 91 ms