\\ Home Page : Articolo : Stampa
Mi ricorda qualcosa...
Di DL4U (del 11/05/2008 @ 21:42:30, in Informatica,tecnologia,hacking, linkato 707 volte)
E' bastato un banale black-out elettrico in un condominio e il web italiano si è oscurato. E' successo lunedi 5 maggio scorso nel pomeriggio, intorno alle 17,30 quando la rete Internet e molti siti di importanti quotidiani, società di servizi o commerciali e istituzioni si sono improvvisamente oscurati. Per più di un'ora.
Forse non tutti sanno che in Italia internet ha uno snodo vitale (non ridondato) in una sala di 400 metri quadrati situata a Milano in via Caldera, protetta da guardie, sistemi di sicurezza e porte blindate. E' il "Milano Internet Exchange" per gli amici "MIX". In questo locale sono ospitati i router delle compagnie che forniscono connettività e servizi internet in tutta Italia (i cosidetti "ISP" - Internet Service Providers e i "Carriers" ovvero i providers di delle infrastrutture di trasporto dei dati). Nel MIX troviamo macchine collegate fra loro capaci di veicolare il 60% di tutti i dati che ogni giorno vengono scambiati in rete in Italia e facendo punto di contatto tra le sottoreti dei vari ISP e Carriers italiani. Se il MIX è attivo, la rete italiana vive. Se il MIX si ferma, il Paese si ritrova "zoppo" privato del principale snodo internet (al momento in Italia sono attivi altre tre strutture di tipo MIX, Torino, Roma e Firenze, ma sommate assieme non sono in grado di supportare nemmeno la metà del traffico veicolato dal centro di Milano).
Per 62 minuti MIX, lunedi scorso, è andato fuori linea provocando disagi a milioni di utenti del web. E-mail ritardate, lentezza nell'apertura delle risorse web e i siti come quello del Corriere della Sera o del Sole 24 Ore, completamente oscurati. Motivo di tutto ciò? Un semplice black-out in un condominio, alla periferia Ovest di Milano. Probabilmente il corto circuito nell'impianto di un ascensore. Il guasto - avvenuto in uno stabile adiacente al MIX - si è «riverberato» sull'impianto elettrico della "farm" del web italiano. Una centralina che assicura l'energia elettrica all'edificio è andata in sovraccarico a causa del "riverbero" e ciò ha determinato un principio di incendio al gruppo di continuità a cui è connesso il MIX. Sono partite automaticamente le procedure di spegnimento automatico delle macchine e dei server mentre pare che il generatore diesel a supporto non sia comunque riuscito ad alimentare il sistema sopperendo al guasto. Così il MIX si è bloccato dalle 17.28 alle 18.30. Alcuni siti riportano anche la notizia che il "corto" all'ascensore sia stato causato da un intervento maldestro di alcuni tecnici elettricisti. In ogni caso già nei giorni precedenti alcuni cali di tensione avevano messo a dura prova l´intero distretto di via Caldera, un "indotto" dove hanno uffici le grandi aziende che operano in Internet in Italia, fra cui Google. Il MIX, come lo conosciamo oggi, è nato nel 1996 da un´idea del pioniere informatico Marco Negri. È partito da un presupposto semplice: è assurdo che un messaggio inviato da Milano per arrivare a Roma debba passare dagli Usa (non essendoci una struttura di smistamento Italiana). Così, con un pool di soci, ha creò l´embrione del primo MIX taliano, che negli anni è cresciuto fino a essere il colosso che è oggi, a cui sono collegati i 32 maggiori operatori italiani. E dove ogni giorno passano in media 194 milioni di MegaByte.

Tutta questa storia mi ricorda da vicino quanto accaduto circa un mese fa in quel di MM a Milano e fa pensare che un po' tutto il mondo è paese nel bene e nel male : - D inoltre ha messo sotto gli occhi di tutti la vulnerabilità della rete italiana al momento incentrata su un unico snodo cruciale senza forme di ridondanza efficaci. Per chi fosse interessato a conoscere di più il MIX italiano vi linko il sito ufficiale della struttura dove è possibile leggere il comunicato stampa ufficiale in merito all'evento e controllare in tempo reale il traffico passante sul MIX

Ecco i dati giornalieri di stasera alle 22.20 circa (fonte http://www.mix-it.net/index_flash.htm) ...




Se fate fatica a leggere i dati nell'immagine (ho dovuto ridimensionarla) salvatela sul vostro pc... comunque son:

- 24,370 Gb/s di punta massima nelle ultime 24 h,
- una media di 19,295 Gb/s
- un valore istantaneo di 22,822 Gb/s !!! Si naviga eh? : - D : - D

Ah... segnalo infine l'interessante tool che viene usato da MIX per rilevare questi dati. E' freeware e si appoggia al protocollo di controllo SNMP attivo sui routers... E' il tool di Tobi Oetiker's MRTG - The Multi Router Traffic Grapher che trovate da scaricare per linux e windows sul sito linkato...