\\ Home Page : Articolo : Stampa
Misirlou
Di DL4U (del 08/06/2008 @ 23:50:50, in Musica, testi, citazioni, canzoni, linkato 1719 volte)
Molti di noi oggi conoscono “Misirlou” (spesso scritto anche “Miserlou”) come un pezzo di Dick Dale, come colonna sonora di film famosi o attraverso una versione cover moderna dei Black Eyed Peas; in realtà “Misirlou” ha origini sono molto antiche e la sua origine per certi versi è incerta ed oscura.

Questa canzone, in versione puramente strumentale o cantata, può capitare di ascoltarla in situazioni e in realtà molto differenti: durante celebrazioni sacre o profane in Grecia, Turchia, in Medio Oriente e nelle ricorrenze ebraiche. La spiegazione più logica della ricorrenza di questo brano in quest' ampia e differente varietà di popoli e culture è molto probabilmente da ricercarsi nella sua origine: forse da collocarsi in Asia Minore ai confini della moderna Turchia e della Grecia, tra Salonicco e Constantinopoli. Il termine “Misirlou” significa "Donna Egiziana" sia in Grecia che in Turchia e la melodia, probabilmente di origine religiosa, si è diffusa nei secoli dalla Grecia attraverso i territori dell'impero ottomano, sino a giungere alle comunità ebraiche. Non sappiamo esattamente dove e quando questa melodia fu composta; di per certo sappiamo che le parole furono scritte per la prima volta nel 19° secolo.

La prima registrazione nota (catalogata con il nome di “Mousourlou”) avvenne a New York nel 1930 da Michalis Patrinos, un compositore di ballate di origini greche ed emigrato negli Stati Uniti. Nel 1941, Nick Roubanis, altro compositore di origine greche emigrato negli U.S.A., ne suonò una versione strumentale e ne registrò copyright e royalties accreditandosi (ingiustamente!) come l'autore originale. Dopo questa versione di Roubanis, la canzone venne ripresa in tempi diversi da Harry James, Freddy Martin, Woody Herman, Jan August (che ne fece una hit negli States nel 1947). Negli anni '50 tornò ancora per opera di differenti musicisti, che ne fecerò anche diverse versioni "etniche". In parallelo, nei tardi anni '40, the “King of Yiddish Radio”, Seymour Rexite, ne registrò una versione cantata da una popolare cantante yiddish Miriam Kressyn.

Nel 1960, a Dick Dale (al secolo Richard Mansour), chitarrista americano del gruppo "The Del Tones", venne proposta una sfida: suonare un'intera canzone su un'unica corda di chitarra. Dale accettò la sfida e memore delle sue origini libanesi (e polacche) e delle melodie suonate in occasione delle feste di matrimonio nelle sue terre sfornò una versione nuova ed indimenticabile di “Misirlou”. Il suono frenetico, veloce sprigionato dalla sua chitarra divenne, da quel momento, il marchio di fabbrica di Dale e una pietra miliare della musica di ogni tempo. Dick Dale, con le sue sonorità uniche, frutto della mescolanza di generi e caratterizzate da una marcata connotazione medio orientale, è il re incontrastato del genere "surf-rock" e “Misirlou” è divenuto nel tempo un "anthem" moderno. Dopo Dale si cimentarono con “Misirlou” altre band famose quali i Beach Boys e i The Cardinals. Nel 2005 i Black Eyed Peas ne rifecero una versione rap denominara "Pump It" campionando il brano originale di Dick Dale. Ma “Misirlou” sarà per sempre ricordata nella versione di Dick Dale, anche perchè inserita in modo efficace in alcune colonne sonore di film di successo ( "Pulp Fiction" di Quentin Tarantino, Space Jam, Taxxi di Luc Besson) ed addirittura di alcuni video games (Metal Slug 2 e X, Command and Conquer: Red Alert, Guitar Heroes).

Il testo cantato di "Mirsirlou" recita:

Mia ragazza egiziana, il tuo sguardo
Mi incendia il cuore
Oh mio Amore, Oh mia Notte, ah
Dalle tue labbra cade miele, ah

Ah, mia cara ragazza la tua bellezza esotica
Mi fa diventare pazzo e non posso più guardare la tua bellezza
Ah, starò lontano dalla zona dell'Arabia

I miei occhi neri, la mia bellissima donna egiziana
La mia vita è cambiata con un tuo bacio
Oh, mio amore, con un piccolo bacio, oh
Dalle tue piccole e dolci labbra


Ed ora un breve profilo di Dick Dale (alias Richard Anthony Monsour, nato il 4 maggio 1937 a Quincy, in Massachusetts): chitarrista eclettico, molti dei suoi primi pezzi mostrano forti influenze mediorientali; Dale è stato il primo chitarrista a inserire suoni esotici nelle proprie canzoni ed è universalmente conosciuto come "The King of Surf Guitar". Dale era un surfista esperto e voleva che la sua musica ricreasse i suoni e le sensazioni che sentiva quando surfava. Per far ciò adottò l'uso del riverbero della chitarra, che dona a questa un suono "bagnato", ormai cliché della musica surf, e l'utilizzo di note alte in successione veloce. Mancino, Dale fu costretto dal mercato a suonare un modello di chitarra per destri, come del resto più tardi avrebbe fatto anche l'amico Jimi Hendrix. Dunque, evitò di riaccordare la chitarra, suonando effettivamente dall'alto verso il basso e spesso superando l'ultima corda. Anche quando comprò una chitarra per mancini, Dale continuò a usare il suo riaccordo al contrario. E sebbene continuasse ad esibirsi dal vivo, nella seconda meta degli anni '60 Dale fu bloccato da un cancro e nel 1979 perse quasi una gamba a seguito di un incidente. Vinta la malattia e nonostante tutto, Dale divenne un ambientalista attivo e poco dopo ricominciò a calcare il palco. Nel 1986 la collaborazione con Tarantino e la nomination ai Grammy Awards e ancor oggi nuovi album e continue esibizioni in tutto il mondo.

Signore e signori ecco a voi “Misirlou” suonata dal suo "Re" a 71 anni e rotti: Dick Dale ... non male per una melodia vecchia di quasi un secolo! Non ho dubbi che adesso la riconoscerete subito! Let's rock!